VIZI VIRTÙ E PECCATI CAPITALI DEI SEGNI ZODIACALI

Toro

Lettura semiseria dei difetti, delle manie e delle inclinazioni naturali dei vari segni zodiacali

C’erano una volta Cenerentola e il Principe cerca moglie …

Che favola è vi chiedete?  Una che scriverò qui di seguito solo per le vostre orecchie e in cui vi racconto il lato teneramente umano dei nostri principeschi protagonisti. Perché diciamolo , se ci sono persone in carne ed ossa che stanno bene in una favola anche nel ventunesimo secolo , e che hanno il fisico adatto ad indossare i panni della Principessa del focolare e del Principe Spezza Incantesimi sono loro, i Toro. Sfumatura più sfumatura meno, si intende.

Lei, Cenerentola . Perché proprio Cenerentola? Pensateci. Quale fanciulla si muove graziosa tra la ceneri del camino o la terra del giardino, senza sembrare un galeotto in redenzione? Rapunzel? Il permanente rischio di incendio dei suoi capelli e le velleità Artistiche la escludono. Ariel? Un po’ troppo concentrata sul principe e a imparare il linguaggio dei segni. La bella Addormentata come suggerisce il nome si dedica ai sonni di bellezza e poco altro e Biancaneve estrae oro nelle miniere insieme ai nani. L’unica che, fedele al suo ruolo di angelo del focolare, è davanti al focolare , è Cenerentola. Omen et Nomen.

Se passate davanti casa sua , già di mattina presto potete sentirla parlare con i fiori  le api e le coccinelle.  Oppure canticchiare liriche con  i fringuelli e i pettirossi che sguazzano nella fontanella al centro del giardino.

Se invece passando udite un moderato urletto,  è probabilmente incappata in qualcosa di meno carino di una farfalla . Forse un signorino con molte zampette o il pungiglione , assiepato là dove lei ha progettato che debba starci quell’arredo di recupero urban chic fresco di restauro.( in parole povere la cassetta di legno della frutta che il vicino di casa aveva destinato come legna e resuscitata come cachepot biodegradabile). Il regno vegetale ricambia l’affetto e la cura della nostra beneamata, regalandole fioriture tropicali nello spazio di un vasetto di yogurt riciclato, mandando nuvolette di api a impollinare il tarassaco o la calendula che sono nate spontanee in un angoletto, le talpe a dissodarle il terreno dove metterà a dimora le piante officinali per averle fresche durante tutto l’anno.

Finiti i compiti all’aria aperta ci sono le faccende quotidiane; le pulizie, la spesa, i pasti, la lavatrice ecc… ogni giorno la stessa solfa.

A prima vista non sembra la vita di una principessa ,vero? Oggi un eroina del genere sarebbe assunta nel cast di Casalinghe Disperate e fatta fuori dalle sorellastre e dalla Matrigna di turno con un colpo di botox. Ma l’apparenza inganna. La vera Principessa si sveglia a mezzanotte. I segni sono dappertutto basta non lasciarsi fuorviare.

La nostra mite fanciulla , solo in apparenza è sottomessa, conciliante e servizievole.

La sua mente è sempre ben focalizzata sul suo progetto. Pensateci. Perché a dispetto di gioielli, merletti e altre velleità le richieste a suo padre sono sempre così “particolari”? Piante, e non di camomilla. Alambicchi e boccettine. Oggetti per il fai da te. Cacciavite, nastro adesivo, fascette da elettricista. (Ebbene condivide con Anastasia Steel diversi interessi). “Se non puoi combatterli fatteli amici … o addomesticali se non collaborano. Questa è casa mia e qui comando io.”

Questa è la tavola della legge su cui siede da che è nata e non la molla alla prima svampita che viene a suon di prepotenza.

E così a notte fonda ,dismesso il grembiulino, lavati i piatti, gettata la spazzatura e dopo aver infornato il pane fatto con lievito madre e farine senza glutine per una colazione sana,  si infila la mimetica e inizia con l’addestramento. Serie di flessioni, squat, addominali, scale , “togli la cera metti la cera”, training autogeno e pugni al sacco da boxe per stemperare la voglia di eliminare fisicamente i soggetti della discordia. E mentre matrigna e sorellastre dormono pesantemente , dopo la pausa tisana e crostata alla frutta , studia. Erboristeria? Distillati? Spezie e droghe? Rosoli e rosolacci? Belladonna e Maria? Arsenico e vecchi merletti?e di tanto in tanto , apr variare il menù e mantenere le apparenze, qualche nuova ricetta vista durante l’episodio pomeridiano di master chef.

 

Nel frattempo in un altro regno c’era Il Principe Cerca moglie!

 

Ah vita beata quella del Principe. Privilegi , feste, gozzoviglie di ogni genere … così riportano gli invidiosi e i dimenticati dalle cronache mondane. Ma è davvero tutto coriandoli e champagne?

Vi siete mai chiesti cosa fa il Principe, una volta finito il ballo? Una volta spente le luci del salone ( a led per risparmiare sulle bollette e per fare onore a Greta, l’ospite svedese in visita di cortesia ). Io so che succede una volta congedate le donzelle, le donnine e le donnone, con la promessa di future private conversazioni,. So quante tartine al salmone norvegese ha dovuto ingoiare quasi intere perché gli ospiti mangiano solo se lui mangia e ci sono gli sponsor del suddetto pesce in sala. E i cocktail dai colori fosforescenti che sembrano liquidi di contrasto e sotto l’ombrellino di carta odorano di sciroppo per la tosse? Idea del buon vecchio e oculato papino.

Allora che fa sto principe? Finalmente solo, al buio e senza testimoni recupera la mimica facciale , e zoppicando per i postumi di una dozzina di polche non proprio sincronizzate, si trascina verso la sua stanza. Qui, mentre l’orologio a muro batte la prima ora del mattino, slanciata per l’ultima volta la folta frangetta verso il vuoto … si addormenta.

Scusate ma che vi aspettavate? Dopotutto è un mortale e per di più maschio. Regge lo stress per periodi limitati di tempo. Dopo va messo in carica come i cellulari.

Il Nostro Principe, anche se rappresentante di un segno che fa della solidità la sua bandiera, forse a causa del sangue blu o della pressione bassa, ha meno resistenza della sua controparte femminile. E’ più delicato. Non si sottrae al motto secolare Noblesse Oblige , ed è uno dei pochi maschi che ricorda le buone maniere e le usa a proposito, mantenendo così la sua aura incorrotta anche quando ha qualche scivolone di stile. Tuttavia la sua mansione di paladino è più sofisticata, intellettuale.

I lavori di gommista, benzinaio, scalda polpette al Mc Donald, o operatore ecologico, non sono  esattamente gli ambiti in cui può fare la differenza e brillare della sua fulgida luce. Pertanto, invece di affermarsi nel mondo usando una virilità preistorica e competitiva, il nostro blasonato Toro si costruisce il suo regno usando una strategia più morbida. Tesse delle invisibili quanto estese ragnatele di relazioni umane, stringe alleanze nei settori più vari garantendosi cosi una fitta possibilità di ricevere vantaggi e vivere il più possibile in armonia con i confinanti.

“L’informazione è potere Clark”  ( ho sempre sognato di poterlo infilare da qualche parte)  Gioca a vantaggio di questi obiettivi quell’aura sensuale e tenera ,nonché lo sguardo da cucciolo bisognoso di attenzioni, con cui si ingrazia il gentil sesso dal fasciatoio in su, nonnine comprese.

Se la Nostra principessa ha scritto nel dna come missione Emancipazione Femminile e persegue imperterrita questo solco , eliminando dal suo percorso ogni ostacolo con la perseveranza e la prestanza , il nostro principe ha quella di risvegliare i belli addormentati dal sonno indotto da una società denaturata e snaturata.

Due Attivisti guerrieri, insomma. Sicuramente le buone intenzioni non mancano.

 

Questo accade nel Regno delle favole, direte voi.  Ma nella realtà?

Ci sono davvero questi Eroi?

Ci sono Ci sono. Magari non indossano proprio la calzamaglia e il blasone e non tutte cantano con i fringuelli ma siamo anche nel 21 esimo secolo! Si mimetizzano.

Seguite i segnali perché dove c’è fumo c’è arrosto e qua il manzo abbonda.

Per darvi un aiutino vi mostrerò i retroscena censurati dalle stesure di tutte le favole del mondo conosciuto e questa è la parte che preferisco.

 

Se volete ficcanasare con me non vi resta che aspettare con ansia, ma non troppa che è contagiosa e nuoce alla mia salute, il seguito di questa avventura in 15 sfumature di Toro.

Vi aspetto numerosi .

Continua nella seconda parte… (sarà pubblicata il 30 maggio 2019)

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: