Riflessioni

Se il rapporto con i genitori è come un campo minato… Perché e che cosa fare?

Questo è il primo articolo sul rapporto con i nostri cari.

Articolo 1. Se il rapporto con i genitori è come un campo minato… Perché e che cosa fare? (Tu sei qui)

Articolo 2. Come costruire la relazione con i genitori.

Articolo 3. Come smettere di adattarsi ai tuoi cari e raggiungere la comprensione.

Non è che i nostri genitori ci terrorizzano, ma siamo noi che li lasciamo fare.

 

Le critiche, le conversazioni in toni elevati, commenti costanti…

Perché è facile per te respingere una persona che ti offende, ma continui a tollerare le offese dei tuoi genitori?

In quest’articolo capirai cosa t’impone ad accettare l’atteggiamento nei tuoi confronti da parte dei tuoi genitori è come cambiare la situazione.

Le relazioni con i genitori sono uno degli argomenti più dolorosi.

Se parlare con tua madre, ti mette fuori tuo equilibrio, e magari porta a zero una settimana di meditazioni, questo materiale è per te.


Verifica se riconosci un comportamento terrorizzante dei tuoi cari in basso:

  • I genitori ti criticano e continuano a darti lezioni, nonostante tu abbia già dei figli;
  • Non ti supportano, sono scettici nei confronti dei tuoi studi, delle tue pratiche o dei tuoi hobby;
  • Condividono le tue informazioni personali, raccontano i tuoi segreti, si lamentano e pettegolanno su di te con altri parenti o conoscenti;
  • Sgridano, insultano, umiliano e abbassano la tua dignità;
  • Insistono a risolvere i loro problemi a spese del tuo tempo o denaro;
  • Rompono il confine del tuo spazio e della tua proprietà, prendono le tue cose, entrano nella tua casa o stanza senza bussare o informarti prima;
  • Anche con il tuo minimo rifiuto, inizia a manipolarti con i sentimenti, far pressione sul senso di colpa eccetera;

Scrivi quale tipo di comportamento terroristico dei tuoi parenti conosci? Hai questa tipologia di comportamento anche con i tuoi figli?


Perché sopporti i rapporti terrorizzanti con i tuoi genitori?

Ci sono diverse ragioni serie per cui tali situazioni esistono nella tua vita. E queste ragioni non riguardano i tuoi genitori, ma personalmente te.

Ricorda: i genitori si comportano e si comporteranno come vogliono e come sanno farlo.

Un’altra domanda, perché permetti che loro si comportino con te in questo modo?

Diamo un’occhiata a questo.

  1. Sei dipendente dei tuoi genitori per cause di alloggio o sostegno finanziario

Se hai più di 21 anni e vive ancora con i tuoi genitori o a loro spese, non c’è nulla di sorprendente nei tuoi conflitti.

Lo stress è la rabbia sono segni naturali del tuo bisogno di separazione, indipendenza (anche se non te ne rendi conto).

Metaforicamente, peggio ti trattano i genitori, meglio è per te.

Forse ti costringeranno e tu, finalmente, assumerai la responsabilità della tua vita?

  1. Sostieni le “tradizioni sociali”

Nella nostra società ci sono regole non dette: “Gli anziani hanno sempre ragione, dobbiamo sempre ascoltarli” e “I bambini hanno un debito non pagato con i loro genitori”.

Questo viene dalla profondità dei secoli ed è supportato da libri, film, religioni, norme sociali.

Ora queste credenze non sono più utili, ma molti di loro sono ancora registrati nel nostro subconscio.

Ecco un mini test. Tua madre ti critica alla presenza di altri parenti. Tu, anche se sei un po’ offeso, pensi che questo, in generale, sia normale. Quindi, hai sicuramente la credenza di “giustezza degli anziani”.

E se hai il paradigma del “debito non pagato”, dovresti sempre affrontare problemi finanziari e vivere con un senso di colpa.

  1. Hai delle credenze dell’infanzia?

Puoi affrontare le tradizioni sociali, ma è molto più difficile affrontare l’esperienza della tua infanzia, in quale i genitori erano percepiti come un’autorità incondizionata. Forse la tua mente subconscia pensa che lo sia ancora finora?

La cosa più difficile è se hai inserito la credenza “I genitori sempre ci vogliono bene”.

Nell’infanzia, quando ti trascinavano dalla presa, forse lo era. Ma ora quest’atteggiamento si è rigirato che tu:

  • Dubiti delle tue decisioni,
  • Subisci critiche e persino in insulti,
  • Se è disposto a rinunciare alla tua verità per amore dei tuoi genitori, proprio perché loro “ti vogliono bene”.
  1. Hai paura di perdere l’amore, la relazione con i tuoi genitori.

In un certo momento nell’infanzia, hai creato una catena logica: “Se sconvolgo la mia mamma o il papà, non mi ameranno o mi abbandoneranno”.

Purtroppo, forse ti è stato detto questo (o te lo dicono ancora), volendo subordinare il tuo comportamento ai loro desideri.

È difficile lavorare con una credenza di questo genere, ma è possibile.

Ricorda la regola importante: se c’è amore nella tua famiglia, i piccoli conflitti e le lamentele non possono distruggerla.

Se non c’è amore (ahimè, anche questo accade) nel tuo “comportamento perfetto” non influenzerà il suo verificarsi.

  1. Tu stesso giudichi e non accetti i tuoi genitori

Ricorda che l’atteggiamento delle persone con te, spesso “riflette” il tuo atteggiamento nei loro confronti.

Confessa a te stesso:

  • Stai giudicando i tuoi genitori?
  • Pensi che il loro stile di vita e loro valori siano sbagliati?
  • Forse non riesci ancora perdonarli per il passato?
  • Ti consideri una “persona spirituale” più informata e giusta dei tuoi genitori “non sviluppati”?

Anche se apertamente non esprimi tutto questo, ma lo pensi in profondità, questo lo stesso funziona.

E non c’è da sorprenderti se ricevi il comportamento “riflettente” dei tuoi genitori più e più volte.

Come mantenere le relazioni con i genitori, potrai leggerlo prossimamente.

Resta informato iscrivendoti a newsletter.

 

 

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: