Previsioni energetiche mensili

PREVISIONE ENERGETICA GENNAIO 2020

Ben trovati cari lettori del Blog. Spero stiate trascorrendo delle giornate all’insegna del vero spirito natalizio , ovvero di convivio, ritorno a voi stessi, gentile comprensione e rinnovato desiderio di fiorire nel nuovo anno.

Anno che sarà pragmatico, costruttivo, metodico e desideroso di ordine e consolidamento. Ma di questo nel dettaglio vi parlerò nell’articolo dedicato alle frequenze numeriche del 2020 proponendovi una chiave di lettura un po’ diversa … non aggiungo altro per non rovinarvi la sorpresa e vi invito a continuare a restare sintonizzati .

 

Detto questo torniamo all’argomento principe di questo scritto. La previsione energetica di Gennaio.

La carta estratta come guida del mese e come spalla dell’Imperatore ( carta del 2020) è anch’essa dotata di grande potere e altrettanta responsabilità doti rappresentate dal numero maestro 11;

La Forza.

Arcano che merita di essere discusso un po’ più approfonditamente del solito e che ci accompagnerà per tutto l’anno come possibilità e sfida. Rientra infatti nelle 4 virtù che deve avere L’Uomo per incoronarsi Imperatore. Di questo parleremo nell’articolo di cui vi accennavo sopra e che sarà disponibile alla lettura dopo l’Epifania.

 

Mese impegnativo, dicevamo. Ma d’altronde l’apprendistato e il Tempo dell’indecisione ormai sono passati. Non si può restare appesi a vita nell’indecisione o decisi a pendere dalla volontà altrui, intrecciati in invisibili tele tessute da antenati e dei.

Se lo scorso anno avete deliberatamente sospeso il corso degli eventi per guadagnare una nuova visione e distaccarvi dal passato, allora , questa Forza,  è il sintomo di una recuperata integrità o del lavorio che sta accadendo perché la vostra maestria si palesi e diventi l’Opera in cui compiervi.

Se invece, vi siete abbandonati al vittimismo, perdendo l’occasione di interrompere il circolo  vizioso della recriminazione, cedendo ancora e ancora il vostro oro e le vostre forze ad invisibili nemici , la Forza vi mostra tutta la debolezza che vi imponete . Il vostro percorso per diventare Imperatori in realtà è più dichiarato che operato, più sognato che intrapreso. E per voi la Forza si perderà in mille rivoli senza destinazione. O in atti di Forza per cui sarete spinti contro la vostra volontà verso situazioni che percepirete come manipolativa o privativa.

 

Quale posizione volete avere quest’anno? Volete dominare gli eventi e forgiarvi il destino o continuerete a farvi mettere guinzaglio e museruola per poi borbottare come pignatte di fagioli sul fuoco?

Come userete la vostra Forza Interiore? Sarà canalizzata in azioni concrete che vi rappresenteranno nel mondo o delegherete ad altri la vostra vita recalcitrando e mordendo la mano che vi nutre?

 

Come sempre non c’è giudizio ma solo scelta.

Potete scegliere di esplorare la Forza che vi abita e allearvi ad essa in un progetto comune o lasciarvi guidare da bisogno e istinto procedendo verso nessun luogo.

Se decidete di abbracciare la Forza e accettare la sfida di Incoronarvi Imperatore della vostra vita dovrete abbandonare la comoda posizione del condannato da un nefasto destino a pendere da un albero spinto dalle correnti.

 

Che rapporto avete con la Forza e il Potere Personale? Con l’autorità , la leadership, la responsabilità, le posizioni di comando, l’azione che si impone sull’emozione? Subite il potere altrui o imponete il vostro?

Siete capaci di confrontarvi o reagite con il conflitto?  Confrontarsi significa stare eretti, uno di fronte all’altro, guardandosi negli occhi ed esporsi , andare verso l’altro con la propria idea e ritornando a se con anche l’idea dell’altro, senza dover vincere o sentirsi perdenti. Solo più ricchi.

Il conflitto nasce da una perenne posizione di difesa ,di allarme, per cui tutto al di fuori del proprio confine è pericoloso, gli altri sono nemici , le risorse sono limitate e se non mi difendo sarò attaccato. Da questa posizione si è perennemente in perdita. La forza è usata per combattere battaglie immaginarie e se ne è privi quando serve.

 

La realtà è che entrambe le possibilità sono vere. Entrambe esistono. Ma quella che incontriamo è una scelta. Una scelta facile. Non serve fare nulla. Ci si astiene dal proprio ruolo nell’orchestra.

E questa è una scelta. Certo ci sono condizioni più agevoli di altre. Condizioni di partenza migliori.

Ma le risorse sono disponibili per tutti e con volontà, perseveranza fede si possono ribaltare le carte in tavola e giocare una buona partita.

 

Resta da capire se si sta investendo in ciò che è veramente il nostro disegno interiore.

 

“Il guaio degli esseri umani è che non sanno cosa vogliono

e fanno di tutto per ottenerlo.”

 

Ora incoronarsi Imperatore non significa imbracciare una carriera nella finanza , diventare medico o  poliziotto e salvare il mondo. Non significa diventare predicatore, convertire anime o dirigere la vita altrui verso le nostre vette. Non è un blasone ne un distintivo.

E’ un modo di vivere. Radicato, concreto, integro. E’ diventare una forte quercia per essere riparo e fronda. Se si è quercia. Ma è anche diventare una profumata rosa cremisi dallo stelo ricoperto di spine , altera e difficile da avvicinare. Se si è rosa.

 

Crescere in tutte le dimensioni dando fiore e frutto e chi nasce ora . È essere un luogo da cui partire e a cui tornare. E’ un forte sì alla vita fuori e dentro di noi.

 

La forza della vita è inarrestabile. La vita non rimugina sul passato ,non si volta indietro. Alza gli occhi verso le vette che non ha raggiunto ancora.  Impara dall’esperienza e diventa esperienza per chi viene dopo. La forza è contagiosa. Rende forte e innalza chi le si avvicina. Anche se tuona e ruggisce facendo cadere a terra le fragili scuse di cui ci si adorna .

Non ha altri dei all’infuori di sé.

La Forza che edifica è sia gentile che ferma. Conosce le miserie dell’uomo fisico ma punta verso le altitudini dell’uomo spirituale e allora si adopera in una costante opera di disciplina degli opposti che devono coesistere perché ci sia Divenire.

Sostiene ma non giustifica. Fa strada a chi cammina dietro di lei ma non si fa zoppa ne arresta il cammino per compassione dello storpio.

 

La bella e la Bestia di questa figura sono l’una lo specchio dell’altra ,i complementari che insieme rendono possibile edificare nuove realtà. Allo spirito serve la materia per farsi corpo e alla materia serve lo spirito per animarsi.

 

Quindi questo inizio anno sembra suggerirci che dobbiamo recuperare la nostra Forza del corpo e della mente perché lo spirito possa manifestarsi. Farci un bel esamino di come viviamo e spendiamo la forza vitale che ci viene dispensata e che preziosa com’è deve essere direzionata ,disciplinata e usata con causa. E’ una merce che viene da altrove e che non può essere comprata nei grandi magazzini.

 

Siamo vitali? In forze? Desideriamo alzarci la mattina per compiere le nostre azioni?

Abbiamo una causa più grande di noi stessi in cui far confluire i nostri sforzi e acquisire un senso? Partecipiamo alla vita o ci defiliamo nascondendoci dietro impegni e ossessioni?

Esercitiamo un influenza sul nostro ambiente con il nostro esempio. Siamo l’esempio di ciò che predichiamo?

Qual’è l’impronta che lasciamo al nostro passaggio? Costruiamo o distruggiamo ?

Dobbiamo sapere dove siamo ora e dove vogliamo andare per sapere se abbiamo ciò che serve e cosa ci manca.

 

Potrei andare avanti per ore a chiacchierare ,ma penso che se volete accogliere i doni di questa Epifania rispondere sinceramente alle domande che vi ho proposto sopra potrebbe fornirvi un buon punto di partenza .

 

Io vi insegno il superuomo. L’uomo è qualcosa che deve essere superato. Che avete fatto per superarlo?
Tutti gli esseri hanno creato qualcosa al di sopra di sé: e voi volete essere il riflusso in questa grande marea e retrocedere alla bestia piuttosto che superare l’uomo?

(Zarathustra alla folla)

 

Non ci sono formule magiche. Solo una grande Opera.

Ora il mondo ha bisogno di persone che scendano dal pero ed edifichino costantemente, silenziosamente il futuro che hanno in testa sapendo che forse non lo vedranno realizzarsi in prima persona , ma lo vedranno attraverso gli occhi dei Figli che nasceranno.

 

Bene ,anche per oggi è tutto. Mi prendo una piccola pausa lavorativa, ma continuerò ad essere presente sul blog con i consueti appuntamenti e ,lo dico sottovoce, con qualche novità che cova sotto la cenere del camino.

 

A presto TaigaReyn

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: