Riflessioni

Che cosa significa dejà vu, è come succede

Déjà vu è un ricordo del presente.

Henri Bergson, filosofo

Molti di voi probabilmente si staranno chiedendo cos’è il dejà vu. Secondo le statistiche, il 97% delle persone ha avuto questa condizione. Non mi sbaglio se dico che probabilmente ti è familiare.

Più pratiche spirituali esegui, più il dejà vu diventa luminoso e profondo.

Sembrerebbe che questo sia semplicemente uno stato che dura diversi secondi, che accade nelle situazioni più comuni e poi scompare completamente. Non fa male e, sembra che, non porta un vantaggio visibile.

Perché esso eccita la nostra mente?

Cos’è il dejà vu: un errore del cervello o un messaggio segreto dell’anima?

Leggi l’articolo fino alla fine, ti aspetta una notizia davvero piacevole!

Cos’è il dejà vu e come si sente

Nella traduzione dal francese “dejà vu” significa “già visto”.

Nella nuova situazione, hai la netta sensazione che “tutto questo fosse già con successo”. Sembra che corporeo conosci ogni suono, ogni elemento della situazione circostante.

E tu “ricordi” pure cosa succederà in pochi secondi. E quando “succede”, c’è la sensazione che tutto vada come dovrebbe.

E anche, di regola, ti arriva il pensiero “questo l’ho già vissuto” o “ho un dejà vu”.

 

Scrivi nei commenti, se vivi spesso dei dejà vu, e quali sono i segni che gli accompagna.

 

Il déjà vu può essere accompagnato da un cambiamento nella percezione. Ad esempio, nitidezza di colori o suoni. O, al contrario, “vaghezza” della realtà.

A volte rafforza la tua sicurezza e stabilità psicologica, a volte causa confusione a breve termine.

Ma una cosa è certa: non ti lascia indifferente. Le persone che hanno provato dejà vu di solito ricordano bene questi momenti e li trattano come qualcosa d’insolito.

Per rispondere a questa domanda “che cosa è dejà vu” hanno dedicato libri, articoli, ricerche scientifiche … Che comunque, fisiologicamente, dura raramente più di 10 secondi.

Riesci a immaginare quale dovrebbe essere la profondità e il significato del fenomeno, in modo tale da preoccupare l’umanità?

Déjà vu è un errore di memoria?

La ricerca moderna scientifica ci consente di seguire ciò che accade nel cervello umano al momento del déjà vu.

Quando ciò accade, contemporaneamente si attivano le zone del cervello responsabili sia della percezione dei segnali sensoriali del presente (“questo sta accadendo ora”), sia della memoria a lungo termine (“mi è familiare da molto tempo”).

I medici hanno rintracciato “l’impulso elettrico disfunzionale” nella regione del lobo temporale medio e dell’ippocampo (zone responsabili della memoria e del riconoscimento). È lui che dà un “segnale falso” sull’esatto ricordo di ciò che sta accadendo.

Poiché la zona della memoria in questo momento è iperattiva e il suo segnale supera anche leggermente la percezione, viene creato un senso di “riconoscimento del futuro” per alcuni secondi avanti.

In generale, le conclusioni sono queste: dejà vu è un errore di memoria inspiegabile, ma piuttosto innocuo.

Ma comunque, perché succede? Gli scienziati non hanno una risposta.

Tuttavia, ci sono alcune interessanti esperimenti su dejà vu riprodotti in condizioni di laboratorio.

 

Ai partecipanti hanno mostrato alcuni suoni e immagini, e poi, sotto ipnosi, gli hanno fatto dimenticare.

Quando gli hanno mostrato gli stessi segnali di nuovo, ai partecipanti si sono attivate le suddette aree del cervello e hanno avuto una sensazione di «déjà vu».

Quindi, dejà vu non è qualcosa di nuovo, ma una memoria dimenticata che si è appena attivata?

Ma quando è successo a noi, perché abbiamo dimenticato?

 

Déjà vu è un sogno o un lavoro del subconscio?

Alcuni psicologi dicono che il déjà vu è una manifestazione del lavoro del subconscio. Ad esempio, ha calcolato lo sviluppo previsto di una situazione ordinaria di tutti i giorni. Cioè, in qualche modo “lo hai vissuto”.

Poi il dejà vu si attiva solo quando si verifica questa situazione, ed è solo un piccolo assaggio d’intuizione.

Tuttavia, questo non spiega un’immersione sensoriale completa in dettagliato nel processo “del ricordo”. Anche se, come vedremo in seguito, l’ipotesi non è irragionevole.

C’è anche un parere che il fenomeno di déjà vu è associato ai ricordi dei sogni. Questo lo diceva, Sigmund Freud, il fondatore della psicoanalisi.

Nella sua versione, il dejà vu si verifica come reazione della memoria di ciò che si è visto in sogno. Il sogno, a sua volta, aveva basi reali di pezzi del tuo passato molto remoto.

Una conferma indiretta di ciò è che alcuni testimoni descrivono le loro sensazioni di dejà vu come una “esperienza simultanea del momento presente e il ricordo di un sogno in cui avevano vissuto questo momento.”

Déjà vu è l’impronta di vite passate?

Non posso ignorare un’altra versione interessante.

Alcuni esperti associano il dejà vu e le vite passate, così come il ricordo degli antenati (genetico).

Il contemporaneo Carl Jung descrisse i ricordi improvvisi di “una sua vita parallela di un medico del diciottesimo secolo”. All’improvviso “ricordava” luoghi e fenomeni.

Hanno riconosciuto paesaggi e oggetti “del suo passato” Tina Turner in Egitto, Madonna nel palazzo imperiale della Cina.

Non possiamo dire se queste sono prove del dejà vu nella sua forma pura, o semplicemente indicano l’esistenza di vite passate. Tuttavia, questa è un’altra parte del puzzle.

L’ipnoterapeuta e terapeuta regressivo Dolores Cannon crede che l’anima prima dell’incarnazione, crea un certo piano della sua vita futura. E i momenti di déjà vu servono a ricordarti il ​​percorso che hai scelto.

Il Déjà vu è il tuo faro spirituale sulla tua via!

Riassumiamo. Che cosa abbiamo scoperto nel nostro ragionamento?

Dejà vu è un fenomeno di percezione. Si presenta come un impulso elettrico nel cervello ed è una reazione a una nuova situazione che sembra familiare nei minimi dettagli.

Il déjà vu ha qualcosa a che fare con il subconscio, i sogni e le vite passate, ma è impossibile “afferrarlo”.

Il déjà vu è un’esperienza vivida, diversa da qualsiasi altra. Assomiglia alla magia, a qualcosa d’insolito, che ti sta accadendo nelle condizioni più comuni.

L’ultimo è il pezzo più importante per noi, l’hanno aggiunto le fonti spirituali.

La parola a Kryon:

DOMANDA: Caro Kryon: cosa sta succedendo davvero durante l’esperienza conosciuta come “déjà vu”?

RISPOSTA: Stai attingendo all ‘”ora” in un modo molto interessante.

Una metafora: vedi la tua realtà come una vita che ha molte tracce o potenziali che tu chiami “il futuro”. Tutto ciò che hai fatto e tutti quei potenziali insieme costituiscono il “tutto” dell’esperienza attuale . Nella tua mente, metti questa “esperienza” in uno spazio a forma di palloncino molto grande, dove sono incollati all’interno del palloncino. Ora, mettiti nel mezzo di questo pallone e guardati intorno. Ora ti trovi in ​​un posto dove tutto ciò che hai fatto è lì, insieme al potenziale di tutto ciò che potresti fare. Non c’è predestinazione, ma molte possibilità di sviluppo. Ma dal momento che stai guardando tutto (esotericamente), lo stai “provando” anche tu

Ora, torna a 4D. Anche se sei seduto lì a leggere queste parole nella realtà normale, c’è ancora una parte di te che è sempre in quel fumetto, ma non ne sei consapevole. Quindi quando alcuni di questi potenziali finalmente accadono, c’è una parte di te che dice: “Sono stato lì e l’ho fatto! Wow! D é j à vu!” Tutto ciò che è realmente successo è che stai solo riconoscendo i potenziali che hai costruito per te stesso, e ti sei sentito presto, che ora si manifestano nella tua realtà lineare.

Lee Carroll (Kryon). Domande e risposte di Kryon

http://www.kryon.com/inspiritmag/archives/Q-A%20archives/archiveindex.html

 

Quindi, il puzzle si è formato.

Déjà vu sono manifestazioni del tuo piano spirituale multidimensionale.

Ti ricorda allo stesso tempo,

  1. Che tu sei più di quanto sembri;

  2. Che non c’è tempo, e il futuro, il passato e il presente sono uniti in unità;

  3. Che la tua anima ha scelto per sé il miglior potenziale di sviluppo.

  4. Che sei sulla strada giusta.

Ogni persona riceve questa conferma. Un’altra cosa è, come usare queste informazioni.

Ma ora lo sappiamo questo!

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: