VIZI VIRTÙ E PECCATI CAPITALI DEI SEGNI ZODIACALI

Cancro

Vizi virtù e peccati capitali dei segni zodiacali

Luglio 2019

Segno Zodiacale del Cancro

 

Bentornati amici . Sono sopravvissuta al quasi  rapimento  perpetrato ai miei danni da parte dei macchiavellici gemelli … e , dopo quasi un mese nel Paese delle Meraviglie (il mio senso dell’orientamento è scarso lo ammetto) sono di nuovo qui per farvi da anfitrione verso la quarta casa dello zodiaco. La casa del Cancro.

Sento già l’umidità penetrarmi nelle ossa e incresparmi  i capelli. Cercherò di trattenermi il minimo indispensabile o stasera sembrerò Simone Cristicchi e a me i nidi di rovi in testa non danno l’aria da pianista sull’oceano. Purtroppo.

 

Se vi chiedo quale immagine vi viene alla mente dicendovi segno del Cancro ,voi a cosa pensate? Granchio a parte , intendo. No niente spaghetti allo scoglio.

La prima immagine che vedo io è quella di Diana, Dea italica, conosciuta come Artemide, è la Dea della natura e degli animali selvatici. Custode delle acque e protettrice delle donne e delle partorienti.

Incarna la natura e le guerriere. Dea della Luna Diana è una dea riservata e talvolta vendicativa. Il suo nome, sarebbe quella che filtra dalle fronde degli alberi nelle radure.

Dea che ammiro tantissimo , ma al cui cospetto bisogna meritare di essere ammessi e pure chiedendo udienza con largo anticipo. Poi questo mese con due potentissime Eclissi di luna è praticamente impossibile rintracciarla.

Meglio mirare un poco più giù per prudenza e per tempistiche.

 

“ Presto che è tardi” direbbe Il Bianconiglio … parole sante. Tra l’altro , per sfoggiare un po’ di cultura , esiste una leggenda orientale che mette insieme luna e conigli. La leggenda del Coniglio sulla Luna o Il Coniglio lunare” di cui vi parlo brevemente qui sotto …

 

Il coniglio lunare (in cinese 月兔S, yuètùP, in coreano 옥토끼?, oktokkiLR, in giapponese 月の兎 tsuki no usagi?) è una creatura immaginaria presente nella mitologia e nel folklore di molti paesi dell’Estremo Oriente, ed in particolare di Cina, Corea e Giappone. Si tratta per l’appunto di un coniglio che vivrebbe sulla Luna. Deve la sua origine ad una pareidolia comune in Asia (ma non in Occidente) per la quale è possibile vedere, negli avvallamenti della faccia illuminata della Luna piena, la figura di un coniglio seduto sulle zampe posteriori a fianco di un pestello da cucina.

È una figura leggendaria molto presente nell’immaginario mitologico dell’Estremo Oriente, sebbene con alcune varianti: in Cina viene solitamente considerato un compagno della divinità lunare Chang’e, per la quale è incaricato di produrre l’elisir di lunga vita pestandone i componenti nel suo mortaio; nel folklore coreano e giapponese si limita invece a pestare il dolce di riso (in coreano tteok, in giapponese mochi) nel mortaio (in coreano 절구?, jeolguLR, in giapponese 臼 usu?). In tutti i casi, il suo mito si ricollega ad una antica fiaba buddhista, la Śaśajâtaka.

In Cina viene anche chiamato coniglio di giada (玉兔S, yùtùP) o coniglio d’oro (金兔S, jīntùP), e la sua figura viene celebrata nella festività dedicata alla Luna e alla dea Chang’e, appunto la Festa della Luna (o Festa di metà autunno; 中秋節T, 中秋节S, ZhōngqiūjiéP)…

(Wikipedia)

 

Bunny? Sailor Moon? Facciamo il gioco delle associazioni mentali? Bello mi piace! Oddio sono ancora sotto l’influenza di quei due e dei loro Assurdi-game … Sicuri? Sailor Moon? Guardate che a ben conoscerla non è poi così inoffensiva come sembra .

 

Sbadata , umore variabile – tempestoso fisso , testa in soffitta tra i bauli dei bei tempi andati o dei progetti solo sognati, sbalzi d’umore repentini innescati non si sa mai bene da cosa …  se siete suoi amici dovete girare con chili di clinex in borsa e conoscere i vari bar , gelaterie, pasticcerie per il momento di calo di zuccheri e di sopportazione ;  il vostro ovviamente, messo a dura prova dalle elucubrazioni più irrazionali e contorte che mente umana riesca a pensare.

Nonché una particolare bravura a calamitare accidenti da distrazione, maga delle gaffe , rumorosa e un pochino egocentrica … la principessa che tutti i principi con molto da farsi perdonare dalla vita vorrebbero al proprio fianco. Avendo precedentemente fallito il tentativo di essere fulminati sulla via di Damasco .

 

Rientrate nei tipi che amano la sofferenza e hanno la mania di dover salvare le fanciulle o i fanciulli dalla propria ombra, dai ragni e dai pipistrelli incautamente abbacinati dal candore della luna riflessa sulla loro toiletta ?

Non è meglio un orsacchiotto? Un tigrotto di pelouche? Una Pigotta? Chi ha detto bambole gonfiabili? L’ho sentito! Spiritoso.

 

C’ e senza ombra di dubbio il bello che con lei non morirete mai di fame, ne al ristorante ne a casa. Qualora il Toro fosse in serata vegana, crudista, fruttariana o altro, e volesse propinare un budino  dal colore non ancora definito da nessuna palette cromatica Pantone, composto di ingredienti strani di cui ricordate solo la parola carruba , inventate un imprevisto e bussate al quarto piano interno Madame Cancro.

Anche se siete fuori orario per il pasto saprà sempre turare fuori dal frigo o dalla dispensa qualcosa come fanno i maghi con il coniglio dal cilindro. (ogni allusione al coniglio è puramente casuale …giuro)

 

Se l’abitante del quarto piano è Mister Cancro, a meno che non abbia seguito le orme di Carlo Cracco avendo intuito il beneficio riservato agli chef di poter sfogare sui pivelli la sua non poi tanto nascosta  vena tagliente e un pizzico vendicativa, potreste trovarvi a dover chiamare la trattoria e farvi mandare cena per due (improvvisamente gli è venuta fame) e siccome vi siete auto-invitati e gli avete scassato il programma serale di stravacco sul divano, pagate voi, con tanto di  mancia al fattorino.

 

Lui a prima vista potrebbe dare l’impressione di non badare troppo al cibo, ma sotto sotto è una buona forchetta e i regimi restrittivi, punitivi e tristi lo trasformano nel classico Ulisse che scende a comprare le sigarette e si trasferisce da Circe che ha una dieta onnivora e non disdegna la carne di maiale e il vino rosso.

 

Lei ha l’aspetto sofferente e altezzoso della castellana rinchiusa da Barbablù nella torre più alta del castello che intona canti nelle notti di luna chiamando a se cavalieri in argentea armatura..  Ma il sorgere del sole mattutino rivelerà l’incanto. Da sospirosa diventa pragmatica, puntigliosa, critica e ben poco romantica , tanto che si potrebbe credere di aver conosciuto la sorella gemella.

 

Eccolo , scusate un momento . Torno subito.

Dopo un lungo appostamento ho acchiappato Mister Cyrano. Come Cyrano chi?

Cyrano de Bergerac!  Chi meglio dello spadaccino poeta gentile e appassionato  può rappresentare il maschio del segno del cancro? Lo conoscete suppongo. Lo conoscete vero?

Se così non fosse vi prego di colmare questa lacuna perché il qui presente Cyrano merita di venire ricordato per l’Amor Sacro che mosse tutte le sua gesta … i maligni direbbero che è sopraggiunta la morte a rendere immortale il suo sospirato amore prima che si infrangesse contro gli scogli della quotidianità . Cinici o invidiosi? Ai posteri l’ardua sentenza.

 

Oddio. Scusate se sono esplosa in una risata farfallina, ma stavo immaginando un ipotetico incontro al tavolo di un bar tra Sailor Moon e Cyrano. Capite il perché della  mia reazione?!

 

Mettete due cancro insieme e inizierà una sottile guerra di lingue a chi la racconta più tragica e fiorita, a chi raccoglie più pena e dolori, a chi ha più virtù teologali e capacità di sopportazione delle pene inflitte dal fato. Hanno infatti questo narcisistico senso del dramma per cui sotto sotto pensano che il Destino non abbia nulla di meglio da fare che architettare loro scherzi e prendersi gioco dei loro sentimenti.

Contenti loro!

 

Bene ragazzi vado a cercare un filo d’ombra, riposo un po’ e comincio a mettere in ordine i 200 post-it dove ho scritto gli incipit delle 15 sfumature di cancro.

Ci rileggiamo presto

TaigaReyn

 

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: