VIZI VIRTÙ E PECCATI CAPITALI DEI SEGNI ZODIACALI

15 sfumature di Cancro

Eh però potreste bussare prima di entrare in casa altrui … insomma. Cosa? No! Non è affatto vero
che ero chiusa nell’armadio per non sentire i tuoni del temporale che c’è fuori. Stavo solo
cercando …qualcosa. Cosa esattamente lo saprò quando l’avrò trovata come tutte le persone
intelligenti e prive di pregiudizi. Quindi inutile ficcare il naso. Ah ecco … la seconda parte
dell’articolo; le 15 sfumature di Cancro. Giusto è proprio quello che stavo cercando. Visto?
Ora ve lo leggete buoni bravi e silenziosi mentre io cerco qualcos’altro dentro l’armadio .. sì sembra
fratello di quello che conduce a Narnia ma il mio fa solo scena .
Buona lettura.

15 sfumature di Cancro.

1) Attenti al Granchio.

Come suggerisce l’immagine del granchio associato al segno, il Cancro veste due aspetti opposti
entrando ed uscendo da essi con la velocità di un mago del travestimento. Fuori è rivestito di una
corazza di solido realismo misto a fatalismo, con il quale mette subito in chiaro ad eventuali furbi
che seppur in apparenza sembra piccolo, indifeso e carino , ha due cesoie che brandisce senza
difficoltà e se provocato spargere un po’ di sangue altrui non è cosa che lo impensierisce . Non c’è
trippa per i cretini. Uomo avvisato mezzo salvato. Dentro , al contrario, è straripante di umori molto
poco organizzati ed emancipati; un calderone di sensazioni,idee, credenze, fantasie ,aspettative ,
sciolte le une dentro le altre. Quando esibisce la sua forma da Bisbetica/o il sottotitolo è “A.A.A.
cercasi domatore professionista , anni di esperienza , munito di Santa Pazienza e tappi per le
orecchie” . Se infarcite il colloquio con la spudorata esibizione di muscoli la dove servono,
l’assunzione è garantita a tempo indeterminato .

2) Two gust is mei che uan

Come il protagonista del film “The Mask” il cancro cela dietro al suo aspetto “normale” un indole
tutt’altro che rassicurante e tranquilla. Se dovessimo dare un nome al “vizio” a cui soccombe
inconsciamente sarebbe la Gola. Per certi versi è un ingordo alla perenne ricerca di emozioni che
agitino le acque della sua fantasia, canti di sirene che lo chiamino verso viaggi e avventure in luoghi
sconosciuti dove approdare e rinascere come eroe. Infila il suo nasino (scusami Cyrano ogni
riferimento è puramente casuale, giuro.) continuamente in cose nuove. Non sempre riesce a portare
a termine ciò che ha iniziato perché improvvisamente si ritrova sommerso dalla moltitudine di cose
che ha aggiunto alla lista per entusiasmo. Guai a fargli notare che è un essere umano come gli altri e
che anche la sua giornata dura 24 ore . Durante gli sproloqui , indossare un paio di cuffiette e
lasciare sfogare.

3) Voglio una donna con la gonna

Per quanto possa essere intrigato dalla donna in carriera , cervellona, ambiziosa e capace di rivestire
un ruolo attivo o più specificamente di dominatrice sotto le cui suole stramazzano schiere di uomini
duri , la fantasia si spegne non appena comincia a rappresentarsi lui come sottomesso. Anche se
tendenzialmente passivo e molto lento a prendere l’iniziativa, sopratutto con chi gli piace, troppa
audacia ,sicurezza e perfino spudorato interesse lo sgomentano.
Ha bisogno di sapere che è lui a scegliere, controllare, decidere e accalappiare con le sue tenaglie la
preda (anche quando non è per niente vero). Perciò se siete convinte di poter retrocedere e
appendere all’armadio la vostra emancipazione per provare l’ebrezza dello stalkeraggio romantico e
sospirato, indossate abitini leggeri e fruscianti, andate di non veli e merletti, ridete come sceme ad
ogni soffio di vento, torturatevi capelli tra le dita con fare infantile e siate pronte ad aspettare …
Per l ‘amor del cielo nascondete il Times dentro la borsa.

4) Tu mi fai girar come fossi una bambola.

La donna del segno ,anche se apparentemente addestrata a smontare ogni frivolo entusiasmo da
gallo cedrone all’alfa di turno, con stoccatine pungenti, deliberata indifferenza o abbandono del ring,
in realtà sogna di trovare il tipo con il testosterone nel giusto dosaggio che metta su i guantoni e sia
pronto ad ingaggiare un duello amoroso stuzzicante nel quale sarà disarmata e sedotta. In seguito
,portata in braccio nel castello della di lui famiglia , scoprire che lei è l’eletta che spezzerà la
maledizione sul castello e i suoi abitanti. Con lei dunque pugno di ferro in guanto di velluto. Tanta
regale maschiosità esibita in pubblico e romantica passionalità nel privato la faranno diventare la
Cenerentola più felice del reame.

5) La Forma dell’Acqua

Ricordate il Libro di Andrea Camilleri (mi permetto di dedicargli un modestissimo tributo) da cui
venne tratta una delle indagini del Commissario Montalbano?
“Che fai?” gli domandai. E lui, a sua volta, mi fece una domanda. “Qual è la forma dell’acqua?”.
“Ma l’acqua non ha forma!” dissi ridendo: “Piglia la forma che le viene data”. Prende la forma del
recipiente che lo contiene.
Ricordatelo quando avete a che fare con i cancro. La loro coerenza è la mutevolezza. Con Tizio
diventa Caio, con Caio diventa Sempronio e con Sempronio quel che gira quel giorno. Perché?
Come l’acqua riflette ciò che vi si specchia. Mostrano ciò che pensano vogliate vedere.
E’ un vantaggio che difficilmente lasciano cadere per farsi conoscere, fino in fondo. Mentre sono
ficcanaso patentati e vogliono sapere tutti i fatti vostri. E’ un duro mestiere ma qualcuno lo deve
pur fare.

6)La strada per l’inferno

… è lastricata di buone intenzioni. Lasciate ogni speranza di trovare un conforto ragionevole nel
cancro. Sopratutto se siete una persona dotata di cervello e autocontrollo che non ama l’asfissia
emotiva indotta o autoindotta e non vede nel dolore nulla di propedeutico, ma , come tutti ha i suoi
momenti di cedevolezza da cui vorrebbe essere rianimato.
Il cancro, anche se dichiara il contrario, ha una spiccata vena drammatica per cui si crea nella vita
circostanze che gli permettano di recitare il ruolo dell’eroe silenzioso e incompreso. Pertanto ,
avendo la convinzione che il dolore sia la vera misura dell’Amore ci si crogiola più a lungo di altri.
Accettate il suo aiuto solo se comprende una fermata in pasticceria . Il magico potere dei dolci _

7) L’accumulatore seriale.

Il suo motto è , “più ce né meglio è”. Dopotutto abbondare è meglio che deficere pertanto il
minimalismo non rientra nelle sue filosofie di vita. Potrebbe tentare l’impresa in una di quelle
giornate da casalinga disperata in cui sembra che gli oggetti appesi, stipati, riposti e nascosti si
animino di vita propria e ingrati le si rivoltano contro . Il sollievo però si trasformerebbe in panico
quando ,cercando quell’aggeggino tanto carino per tagliare l’uovo sodo a fettine uguali, non è più
nel cassetto. O quella campanella di ceramica decorata con le renne che fa tanto natale ( e Lord
Inglese che chiama il maggiordomo) non è più tra le decorazioni vintage nel terzo scatolone in alto
a destra in soffitta …E il bigliettino contenuta nel biscotto della fortuna mangiato 5 anni prima
durante il viaggio insieme con il fidanzato? Dove diavolo è finito? Chi è stato a farmi questo? Dopo
aver dovuto scartare il maggiordomo e il postino resta quel furbo del gatto …

8) Eclipse

Quando vi dice “ ero sicuro di avertelo detto” in realtà vuole dire , “ero sicuro che lo avresti
capito da solo”. Ha la convinzione che le persone debbano leggere tra le righe e nella mente le sue
prossime azioni e adeguarvisi di conseguenza. Sopratutto quando si sente ferito nell’orgoglio e ha
fallito il tentativo di manipolare la realtà a proprio piacimento , gli scatta la fase della Luna Nera
che lo eclissa dal mondo … Una sorta di protesta estesa all’intero genere umano che non ne
apprezza l’esistenza. In queste fasi qualunque cosa facciate è sbagliata . Se chiedete siete invadenti,
se ignorate siete insensibili. Se consigliate siete saputelli e se state zitti disinteressati. Annuite e
approfittate dell’Eclissi per darvi alla pazza gioia. La pace non durerà a lungo e il suo riaffacciarsi al
mondo comincerà con rovesci abbondanti sul vostro cielo sereno.

9) Serendipità

Credo che l’inventore di questa parola e della Visione che c’è dietro potrebbe benissimo essere un
Cancro che cercava di coniugare il fatalismo, il romanticismo , il desiderio di magia con un pizzico
di narcisismo, con l’intento di avere il merito dei propri successi e un responsabile Cosmico per
eventuali fallimenti.
In realtà La parola serendipità ha origine dalla fiaba persiana I tre principi di Serendip, antico
nome dello Sri Lanka, luogo dove è ambientato questo racconto che affascinò Horace Walpole. Vi si
narrano le avventure di tre principi dotati di uno strano dono che permetteva loro di realizzare
scoperte per caso e con perspicacia. Lo scrittore inglese propose in seguito l’adozione del termine
“serendipity“. Semmai foste a corto di idee regalo per Natale (forse non lo leggerà ma voi avrete
fatto una bellissima figura)

10) Mammolo

Non potete non notare il peso che la sua famiglia ha nella routine quotidiana, sia che il mammolo in
questione sia maschio o femmina ,viva sullo stesso pianerottolo o dall’altro capo del mondo. Il
cordone ombelicale non è mai stato reciso anche se il cucciolo ha ormai preso un consorte e ha
famiglia. Ha semplicemente aggiunto dei charms alla sua collezione di affetti .
Ricordate : ciò che noi umani single e contenti vediamo come anelli di una lunga e pruriginosa
catena, loro indossano come un rosario ereditato dagli antenati a cui non possono fare il torto di
disobbedire, salvo sanzioni ancestrali che farebbero inorridire i santoni di tutto il mondo. Intanto
quelli che vedono infoltire i capelli bianchi siete voi che vi dovete sciroppare ad ogni incontro le
anamnesi di ogni membro della sua famiglia compreso il transito intestinale. Sappiatelo. Se lo
frequentate, frequentate anche la sua tribù.

11) Il malato immaginario

Nessuno come il Cancro , tranne i suoi fratelli di acqua Scorpione e Pesci ( ad essere esaustivi pure
la vergine non scherza), sa ammalarsi per intenzione e somatizzare i conflitti tra la fervida
immaginazione e la scarsa propensione a fare chiarezza al momento debito. Invece di imparare a
gestire la sua emotività ,smettere di farsi film mentali basati su un silenzio come su un monosillabo
, e sforzarsi umilmente di dire “scusa non ho capito cosa intendi, potresti ripetere ? O ho capito
bene?” , comincia a fantasticare dietrologie che forse sarebbero utili solo se fosse uno
sceneggiatore di Holliwood . Purtroppo la segreta convinzione di saper leggere nell’animo altrui gli
fa prendere abbagli giganteschi e i chiarimenti a volte arrivano quando ormai la frittata è fatta.
Come le tempeste vanno lasciati sfogare fino a esaurimento delle dighe . Nel frattempo qualunque
cosa direte sarà usata contro di voi in tribunale come in ogni angolo del pianeta.

12)Come le sirene per Ulisse

Sono seducenti. Sia che siano uomini o donne, sia che siano piccoli e carini o prestati e
principeschi, emanano quell’aura languida ed esotica che li fa sembrare atterrati da un isola poco
conosciuta. Danno la sensazione di aver bisogno di essere salvati dagli eccessi della modernità,
dalla cruda e frenetica civiltà prima che qualcosa li urti e incrini quell’aria persa e distratta per cui i
Paladini lasciano i tavoli del bar dove stavano prendendo il caffè rubando l’ombrellone per fare loro
ombra. E le Crocerossine sapranno nel momento stesso in cui i loro sguardi si incroceranno, che
tutto il loro passato le ha portate qui, ora, per salvare questo essere in via di estinzione.
Vi svelo un trucco, perché ogni tanto un pizzico di verità ci vuole e io sono qui per questo.
Lo sguardo languido è dovuto ai problemi alla vista e lo sbattimento ripetuto delle ciglia all’allergia
alla polvere. Lo smarrimento al fatto che sono usciti di casa senza occhiali per fare i fighi e hanno
lasciato sul tavolo della cucina il post it con l’indirizzo del nuovo ottico … ma siccome sono
orgogliosi piuttosto che chiedere, si fingeranno stranieri o muti .

13) Cibo ; croce e delizia

Contraddizione è il loro secondo nome. Anche qua sono capaci di predicare bene e razzolare male
come fanno anche in altri settori della loro vita. In qualche modo il cancro ha un rapporto stretto
con il cibo iniziato con le primissime poppate . Non di rado è appassionato di cucina, o ama
mangiare e assaporare diverse sfumature di sapore , che altro non sono, che caleidoscopiche
variazioni del tema latte-mamma. Possono usare il cibo per nutrire, riempire, condizionare, donare,
estorcere, condividere , manipolare , sedurre , distrarre , mostrarsi o nascondersi .
E possono ,al solito, fare i dotti spiattellandovi nozioni sull’alimentazione che dovreste avere e poi
dimenticare di mangiare, vivere di yogurt e insalata, mangiare troppo o troppo poco per ribadire il
suo risentimento verso qualcuno e fare un po’ la vittima. . Se il creme caramel sa si sale qualche
domanda fatevela.

14) Un maggiolino tutto matto

Il cancro ha quella che si può definire una guida umorale. Se supera l’ansia associata a tutti i
pericoli che incombono sulla sua incolumità al solo mettere piede nell’auto e prende la patente (se si
ritira, ma ovviamente la versione ufficiale sarà che lo fa per il pianeta e non incrementare i gas
serra.) molti fattori ne influenzeranno la condotta per strada. Dalla digestione della cena messicana
della sera prima al dover uscire di casa il sabato mattina per pagare una bolletta del telefono fuori
misura e in scadenza.
Se certi giorni per eccesso di prudenza e per dare il buon esempio guiderà come la nonnetta con i
fondi di bottiglia infilati sul naso, altri potrebbe guidare il suo maggiolino come se fosse su un
circuito di formula 1 incitando i prudenti a starsene a casa a fare la calza. Se non amate le montagne
russe prima di sedervi al suo fianco verificate il bollettino meteo del suo umore.

15)Consigli

“ Devo il mio miglior successo all’avere ascoltato rispettosamente i migliori consigli e poi
essere andato via per fare l’esatto opposto” (G.K.Chesterton)
Sappiatelo quando preda di uno dei suoi frequenti imprevisti emergenziali vi sciorinerà ore di
spiegazioni i cui dettagli risalgono al medioevo e , dopo due ore vi chiederà : “tu al posto mio cosa
faresti? Cosa mi consigli? In realtà come dice il saggio , con grande probabilità la decisione è già
stata presa e, a seconda che la soluzione sia diplomatica o estrema , sta semplicemente cercando
conferma o un complice.
L’antidoto migliore è sempre quello di limitarsi ai mugugni più impersonali possibili e defilarsi alla
prima occasione. In questi casi il silenzio è d’oro.
Bene anche quest’oggi i pettegolezzi sono finiti. Non altrettanto il temporale fuori, quindi scusate se
non vi accompagno alla porta … andate pure. Passate sotto i cornicioni e evitate le pozzanghere .
Io credo mi prenderò una candela ,un libro e un trancio di pizza e starò qui dentro ancora un po’.
Ci rivediamo la prossima volta. Con il tempo bello !

TaigaReyn

FAMMI VEDERE CHE SEI VIVO!!!.. Lascia un commento e dimmi che pensi...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 Lapofthegod.com. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta tramite alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione fonografica; né può essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmessa o altrimenti essere copiata per uso pubblico o privato, escluso l’“uso corretto” per brevi citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta dell’editore. Lapofthegod non dispensa consigli medici né prescrive l’uso di alcuna tecnica come forma di trattamento per problemi fisici e medici senza il parere di un medico, direttamente o indirettamente. L’intento di lapofthegod è semplicemente quello di offrire informazioni di natura generale per aiutarvi nella vostra ricerca del benessere fisico, emotivo e spirituale. Nel caso in cui usaste le informazioni contenute in questo sito per voi stessi, che è un vostro diritto, lapofthegod non si assume alcuna responsabilità delle vostre azioni. Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: